La sanatoria del 2017 di Equitalia

La sanatoria del 2017 di Equitalia

Entro il 2017 sarà attivata una sanatoria sui debiti che i cittadini hanno nei confronti di Equitalia che consentirà a molti che non hanno saldato le proprie situazioni debitorie di regolarizzare mediante stralcio. Ecco tutte le informazioni sulla sanatoria di Equitalia 2017.

La norma per lo stralcio dei debiti Equitalia 2017

Il testo della normativa è stato recentemente affidato per l’approvazione alla sesta Commissione Permanente, relativa a Finanze e Tesoro, del Senato della Repubblica. E’un importante testo che sancirebbe la possibilità di estinzione graduale e senza interessi o di ulteriori spese i debiti maturati verso Equitalia. Non sarà un vero e proprio Condono oppure Sanatoria, ma una formula graduale di estinzione del debito senza l’applicazione di interessi e sanzioni, che consentirebbe a molti di poter sanare posizioni attualmente insanabili e non più sostenibili.

Molti i cittadini in periodo di crisi non possono pagare le cartelle di Equitalia troppo onerose, per gli elevati interessi e le sanzioni applicate che rendono il debito troppo grande rispetto a quello reale, creando così difficoltà e vari malcontenti nel comune immaginario. Equitalia è creditore verso i cittadini di circa 700 Miliardi di Euro, per l’ammontare delle somme iscritte a ruolo. Di tale cifra, si calcola che quasi 580 Miliardi sono inesigibili, quindi la situazione diventa insostenibile pure per lo Stato, che da tale norma trarrebbe tanti vantaggi, rientrando di una grande quantità di questo denaro. Per la situazione di crisi economica di cui è afflitta il paese, il DDL presentato dai due Senatori Bernini e Floris, ha in previsione la possibilità di concedere ai cittadini, un accordo con Equitalia per un rateale pagamento dei propri debiti, andando ad annullare le sanzioni, gli interessi, il compenso di Equitalia, ed il 25 % dei tributi, fra cui il Bollo, i canoni Rai ed altro. Da tale norma sono esclusi i debiti per non aver pagato l’IVA e i contributi previdenziali INPS.

Se non si presenteranno ostacoli in parlamento, l’iter di legge si concluderebbe entro la fine di quest’anno divenendo attivo nel 2017. Se la burocrazia facesse il suo corso senza difficoltà, e la rottamazione dei ruoli diverrà attiva, i cittadini debitori riceveranno una proposta di stralcio inviata direttamente da Equitalia entro Aprile. Il cittadino studierà la proposta e decidendo se accettare i nuovi metodi di saldo del debito entro il 31 Luglio. Equitalia farà un piano di rientro dettagliato per ciascuna posizione aperta ed informerà i cittadini mediante posta certificata con i dettagli di rate e degli importi ridotti.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *